Madifer | Recupero Metalli

Nulla si crea, nulla si distrugge
ma tutto si trasforma.

 
 

Il processo di smaltimento e di recupero degli scarti

Allo stato tecnologico attuale, la produzione di prodotti siderurgici e semilavorati metallici per l'industria è realizzata in due forme sostanziali: dalla lavorazione di materie prime di natura estrattiva (metalli "primari") oppure sfruttando la possibilità di riciclare infinite volte e al 100% i materiali di scarto, comunemente noti come "rottami" (metalli "secondari").

In un paese come l'Italia, caratterizzato da un'estrema scarsità di risorse minerarie e al contempo forte consumatore di metalli (basti pensare all'importanza di settori come l'edilizia o la produzione di automobili), l'importanza di questa dinamica è fondamentale a livello di Sistema Paese sia dal punto di vista ambientale sia dal punto di vista economico. Oltre all'enorme impatto sulla competitività internazionale e sull'aspetto occupazionale, la valorizzazione di rottami ferrosi e metalli rappresenta infatti un'importante fonte diretta di ricavi per molte tipologie di imprese, dalle officine meccaniche alle imprese edili, dagli impiantisti agli artigiani di ogni genere, che hanno la possibilità di vendere i propri scarti di produzione in forma diretta e spesso fortemente remunerativa.

1. Processi produttivi

La gestione di questo processo è oggi decisamente complessa, caratterizzata dal susseguirsi di numerosi interventi che comportano conseguenze dirette sull'intera filiera: l'ottimizzazione dei processi, infatti, incide sulle potenzialità di valorizzazione dei rottami, la correttezza e sistematicità degli interventi determina la qualità delle materie prime secondarie che vengono prodotte, il rispetto della normativa ambientale e fiscale è indispensabile per garantire tranquillità ai fornitori di rottame e a tutti gli altri soggetti interessati.

Alla luce di questi elementi, è evidente come oggi per valorizzare al massimo i rottami sia fondamentale fare affidamento su un operatore fortemente qualificato, dotato di solidi processi di controllo e tracciabilità, puntuale nell'applicazione e nella conoscenza della normativa, orientato allo sviluppo tecnologico e all'ottimizzazione delle proprie risorse nell'ottica di ridurre i costi di gestione: grazie ad esperienza, credibilità, serietà e innovazione, Madifer s.r.l. lavora dal 1977 proprio in questa direzione e rappresenta oggi il partner ideale di qualsiasi azienda di produzione o costruzione per la gestione e la valorizzazione di scarti di produzione quali torniture, lamierini o spezzoni, di metalli da manutenzioni e demolizioni come rame, ottone e alluminio, per la demolizione di attrezzature e macchinari, per la rottamazione gratuita di autoveicoli e molto altro ancora, oltre a rappresentare per trader, acciaierie e fonderie un fornitore di materie prime di alta qualità.

2. Acquisto rottami e scarti

Il primo passo del ciclo di recupero è rappresentato dall'approvvigionamento di materia prima, ovvero ciò che viene comunemente definito "rottame".

Seguendo la normativa che regola il settore, tutti questi materiali assumono la qualifica di rifiuti nel momento in cui "il detentore se ne disfi o abbia deciso o abbia l'obbligo di disfarsene" (D.Lgs. 152/2006, Art. 183): tutta la gestione dell'approvvigionamento, dal deposito temporaneo al trasporto fino alla messa in riserva nel nostro stabilimento, viene gestita secondo la normativa vigente in materia (D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.). In seguito a questa identificazione, valida in forme diverse per tutti i paesi europei, è assolutamente vietato l'acquisto da privati; possono invece valorizzare attraverso la vendita i rottami prodotti dalla propria attività tutte le aziende, di qualsiasi tipologia ed operanti in qualsiasi settore.

3. Raccolta e Trasporto

In molte situazioni specifiche, quali cantieri di demolizione o rottamazioni e manutenzioni occasionali, oltre naturalmente che per la movimentazione di macchinari, si rende necessario provvedere al carico diretto del materiale sul veicolo stesso che provvederà al trasporto. Come l'esperienza ci insegna, in questi casi è necessario raggiungere il compromesso ideale fra agilità e capacità di carico: a questo scopo, mettiamo a disposizione di clienti e fornitori il servizio di carico tramite motrici attrezzate con gru a polipo. Agili e potenti, questi mezzi permettono di raggiungere pressoché qualsiasi spazio di lavoro, garantendo al contempo la capacità di sollevare componenti singoli fino a 2,5 Ton. di peso e importanti capacità di trasporto (capacità interna di 5,80 x 2,35 mt., possibilità di caricare fino a 10 Ton. di materiale per viaggio).

Oltre questi limiti, ad esempio in caso di grandi demolizioni o componenti particolarmente ingombranti, offriamo carico e trasporto con autotreno utilizzando esclusivamente mezzi di nostra proprietà; in caso di trasporti o elementi speciali, coordiniamo l'intervento coinvolgendo operatori specializzati di nostra fiducia, garantendo in questo modo la possibilità di operare pressoché qualsiasi intervento di questo tipo.

Indipendentemente dalla soluzione prescelta, potrete contare su un servizio rapido ed efficiente, svolto da operatori competenti e qualificati che svolgeranno il lavoro con piena disponibilità alla collaborazione e in condizioni di massima sicurezza.

4. Valorizzazione dei rottami

Una volta raggiunto lo stabilimento il materiale viene pesato e scaricato con l’aiuto dei nostri operatori; se non concordata in precedenza, ne viene inoltre stabilita la valorizzazione con una quotazione a peso.

Emettiamo quindi un documento riepilogativo (Nota di Classifica per Fatturazione) contenente tutti i dati che vi saranno utili ad emettere una normale fattura di vendita, per favorire la tracciabilità, questo avverrà tramite bonifico bancario.

La Madifer s.r.l. concorda con il fornitore il prezzo del rottame, formulando offerte scritte dettagliate e riesaminate, anticipando, ove occorra, un incontro preliminare presso il fornitore al fine di applicare corrette quotazioni e valutazioni.

5. Trattamento

Le modalità con le quali i rottami di qualsiasi natura vengono trattati sono regolate a livello nazionale dalla normativa vigente in materia di Rifiuti, integrata dalla normativa europea che regola il processo denominato "End of Waste" ("Cessazione dello Status di Rifiuto"), articolato in 3 Regolamenti: 333/2011/UE per i Rottami di Ferro, Acciaio, Alluminio e sue Leghe (applicabile dal 9 Ottobre 2011), 1179/2012/UE per i Rottami Vetrosi (applicabile dall'11 Giugno 2012) e UE 715/2013 sui rottami di Rame e sue leghe (applicabile dal 1 Gennaio 2014).

A seconda delle caratteristiche dei materiali, della miglior pratica applicabile e della destinazione ritenuta preferenziale stabiliamo quale processo di trattamento sia ideale per ogni partita acquistata. In relazione a questo, i rottami possono essere sottoposti ai trattamenti indicati nelle autorizzazioni in nostro possesso (tipicamente operazioni R13 e R4), mantenendo lo status di rifiuto o divenendo MPS (Materie Prime Secondarie).

Tra queste procedure, particolarmente significative sono la verifica radiometrica di ogni partita, operata sistematicamente al fine di identificare l'eventuale presenza di materiale radioattivo, la cernita, volta ad aumentare la qualità del materiale separando eventuali componenti di diversa natura chimica o fisica e riportando la presenza di inerte al di sotto della soglia di tolleranza (comunemente fissata nella misura dell'1%), o la riduzione volumetrica, realizzata mediante il ricorso alla pressa cesoia installata presso il nostro stabilimento ed indispendabile ai fini dell'ottimizzazione di stoccaggio e logistica e al fine di rendere il prodotto finale "pronto forno".

6. Cessione: End of waster

Una volta conclusa la serie di interventi previsti, i materiali sono pronti per essere conferiti ad acciaierie, fonderie. Questi materiali, a seconda del processo di trattamento subito, vengono ceduti ancora in qualità di rifiuti (seppur con caratteristiche diverse) o come MPS (Materie Prime Secondarie).

In entrambi i casi, i nostri prodotti si caratterizzano spiccatamente per l'elevata qualità, determinata sia dalle tipologie dei materiali di origine, spesso provenienti direttamente da aziende di produzione con cicli brevi di deposito temporaneo, sia dalla cura applicata allo svolgimento sistematico delle operazioni interne di trattamento. La spedizione può avvenire tramite mezzi di nostra proprietà, con l'ausilio di vettori specializzati o mediante ritiro diretto dal nostro stabilimento, presso il quale sono a disposizione operatori dotati di caricatori industriali che quotidianamente provvedono alle operazioni di movimentazione e carico.

L’art. 184 ter del D.Lgs 152/06 e ss.mm.ii stabilisce che un rifiuto cessa di essere tale (End of Waste) quando è stato sottoposto ad un'operazione di recupero e soddisfa criteri specifici. Madifer S.r.l, promuovere il riciclaggio ed il recupero, contribuendo ad assicurare un elevato livello di protezione ambientale attraverso la riduzione dei consumi di materie prime vergini e dei quantitativi di rifiuti avviati a smaltimento.